Campidoglio
Benvenuti sul sito web dell'Ambasciata d'Italia ad Assunzione
Foto dell'Ambasciata d'Italia a Assunzione

Ambasciata d'Italia ad Assunzione

Calle Quesada, 5871 c/ Belgica
Asuncion - Paraguay
Tel. +595 21 615620/1
Fax +595 21 615622
orari: 9:00 a 12:00 (lun/gio)
 

 

.

In considerazione del numero crescente di richieste e di segnalazioni che stanno pervenendo in queste ore da parte di nostri connazionali all'estero in relazione al terremoto di questa notte, la Protezione Civile, d'intesa con l'Unita' di Crisi, ha attivato il seguente numero di emergenza +39-06-82888850, raggiungibile dall'estero.

Emergenza

 

 

 

.

L’AMBASCIATA D’ITALIA COMUNICA:

 

ASSISTENZA SANITARIA URGENTE IN ITALIA

ABOLIZIONE DEL CERTIFICATO FINORA RILASCIATO DALL’UFFICIO CONSOLARE ITALIANO

SOSTITUITO CON L’AUTOCERTIFICAZIONE DELLO STATUS DI IMMIGRATO

 

Il decreto del Ministro della Salute dell'1 febbraio 1996 in materia di cure ospedaliere urgenti prestate dal Servizio sanitario nazionale prevede, all'art. 2, comma 2, che "ai cittadini italiani residenti all'estero, titolari di pensione corrisposta da enti previdenziali italiani o aventi lo status di emigrato certificato dall'Ufficio consolare italiano competente per territorio, le prestazioni ospedaliere urgenti sono erogate, a titolo gratuito e per un periodo massimo di novanta giorni nell'anno solare, qualora gli stessi non abbiano una copertura assicurativa, pubblica o privata, per le suddette prestazioni sanitarie".

Finora quindi il cittadino emigrato doveva  produrre alla competente Azienda sanitaria locale (ASL) un certificato consolare che, nell'attestare il possesso della cittadinanza italiana, la nascita in Italia e la residenza all'estero, era ritenuto idoneo a comprovare la condizione di emigrato.

Tenuto conto della normativa in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 - T.U. in materia di documentazione amministrativa) e piú in particolare in tema di AUTOCERTIFICAZIONE, Il Ministero della Salute, con Nota n. 2561 del 13 aprile 2016, ha confermato che la condizione di emigrato puo' e deve essere attestata mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione da presentare alla competente ASL, con la quale il cittadino autocertifica:

A - di essere nato in Italia, di possedere la cittadinanza italiana, nonche' di risiedere all'estero, indicando il Comune di iscrizione AIRE.

oppure

B - di essere nato all'estero, di possedere la cittadinanza italiana, di aver risieduto in Italia, indicando il Comune di iscrizione all'Anagrafe della popolazione residente (ANPR), di risiedere attualmente all'estero ed essere quindi iscritto all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE).

 

Quindi la condizione di emigrato di cui all'art. 2, comma 2 del citato decreto, presupposto per la fruizione delle prestazioni sanitarie ivi previste, NON DEVE PIÙ essere attestata dall'Autorita' consolare poiche' piu' semplicemente autocertificabile mediante dichiarazione sostitutiva presso le ASL di competenza.

 

 

  .

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, al fine di promuovere presso il pubblico internazionale la conoscenza dei progressi compiuti dall'Italia per uscire dalla lunga crisi economica degli ultimi anni, ha affiancato alle attivita' svolte personalmente dal Ministro e dai dirigenti del Ministero la produzione di una serie di brevi video, facilmente fruibili anche su smartphone e altri dispositivi mobili. 

Il 10 Novembre u.s. e' stato diffuso il primo video della serie dal titolo "Beyond the clouds, #Italyisback", dedicato alla ripresa e alla strategia economica del Governo, illustrata dal Ministro Pier Carlo Padoan.https://www.youtube.com/channel/UCd_IYYK1S1VCxRFcROegCxw 

 

 

 

 

.

 

Pugliesi nel Mondo

Allegato 1

Allegato 2

 

 

 

.  Accordi

 

.  Opuscolo Attività AIAL

 

 

 

 

.

Decreto Interministeriale n. 4461/2012

Scuole Italiane all'Estero

 

 

 

Brochure Origini Italia

Application Form Origini

 

Information Form Origini

Origini Italia Rules

 


www.partecipa.gov.it e www.pariopportunita.gov.it - le linee di azione contenute nel " Piano d'azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere"

INFORMAZIONI DI CARATTERE TURISTICO

PARAGUAY CRESCE SULLA SCIA DEL BRASILE


La Regione Veneto ha lanciato la piattaforma multimediale “Mondo Veneto”, mirata a promuovere e consolidare le relazioni culturali, economiche e commerciali tra i corregionali residenti in Veneto e quelli emigrati all'estero. L'indirizzo mail del portale è:

                                               

                                                                AVVISO ALL’UTENZA

          L’Ambasciata d’Italia a Assunzione informa che con il decreto-legge 24 aprile 2014, n.66  a decorrere dal 8 luglio 2014  sono state apportate le seguenti modifiche alla Tabella dei diritti consolari:

 

1)                      INTRODUZIONE DI UN CONTRIBUTO PER LA TRATTAZIONE DELLA DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA:

          All’atto della presentazione della domanda di riconoscimento della cittadinanza italiana dovrà essere corrisposto il controvalore in valuta locale di Euro 300 (trecento), calcolato in base al tasso di ragguaglio consolare in vigore nel periodo.

 

          Detto ammontare rappresenta un contributo dovuto solo per la trattazione della pratica e quindi non assicura, ne’ da diritto al riconoscimento della cittadinanza. Va corrisposto all’atto della presentazione della pratica anche se quest’ultima dovesse risultare incompleta. Indipendentemente dall’esito della richiesta, la somma sopra indicata non verrà restituita.

 

          Sono tenuti al pagamento della somma suddetta tutti i soggetti maggiori di anni 18 che chiedano per se’ il riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis e iure matrimonii, quest’ultimo in caso di straniera coniugata con italiano prima del 24.04.1983.

 

2)      PER LE ISTANZE FINALIZZATE ALL’ELEZIONE, ACQUISTO, RIACQUISTO E CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA (ART.9 BIS DELLA LEGGE 91/1992):          

 

         Resta invariato il pagamento di un contributo (in valuta locale) equivalente alla somma di Euro 200.

 

          Le pratiche relative a minori di anni 18, a qualsiasi titolo, restano esonerate dal pagamento del contributo in esame.

3)       INTRODUZIONE DI UN CONTRIBUTO AMMINISTRATIVO PER IL RILASCIO DEL PASSAPORTO

          ORDINARIO:

 

         Non è più dovuta la tassa per il rilascio del passaporto cosí come la tassa annuale.

         Dal 8 luglio 2014 viene introdotto un contributo amministrativo di Euro 73,50 per il rilascio del passaporto ordinario (incluso il rilascio a favore di minori), oltre al costo del libretto (pari a Euro 42,50).

          Il cittadino sarà tenuto a corrispondere il pagamento del nuovo contributo amministrativo unicamente al momento del rilascio e per l’intera durata di validità del passaporto.


 

 





 








Gabriele ANNIS
L'Ambasciatore
Gabriele ANNIS
   Curriculum
   Messaggio

 Trasparenza e merito

Facebook



Dove siamo nel mondo Viaggiare Sicuri
AdnKronos - Ministero degli Affari Esteri

Ministero degli Esteri
Governo Italiano
Unione Europea

Newsletter